Home » Notizie agostiniane » 60° gemellaggio di fede e pace in onore di Santa Rita tra la città di Cascia e quella slovacca di Kosice

60° gemellaggio di fede e pace in onore di Santa Rita tra la città di Cascia e quella slovacca di Kosice

di OSA Italia | 3 maggio 2018

Una delegazione della città di Cascia venerdì 27 aprile è stata accolta dall’Arcivescovo di Košice, Sua Ecc.za Mons. Bernard Bober, nella Curia Vescovile per i saluti di benvenuto. A sottolineare l’importanza dell’incontro il discorso di saluto dell’Arcivescovo della Diocesi di Spoleto – Norcia, Mons. Renato Boccardo, e le parole di riconoscenza e ringraziamento del Rettore della Basilica di Santa Rita, Padre Bernardino Pinciaroli, e del Sindaco di Cascia, Mario De Carolis.

Nel pomeriggio si è celebrata la Santa Messa presieduta da Mons. Alojz Tkáč, Arcivescovo emerito di Košice, durante la quale si è provveduto alla consegna della Reliquia della “Santa degli impossibili” per affidarla alla stabile venerazione nella nuova Chiesa Agostiniana di Košice, dedicata alla Santa.

Ricordiamo che la Provincia Agostiniana d’Italia e la Comunità Agostiniana di Cascia hanno sostenuto dagli inizi la fondazione di un convento e la costruzione della chiesa dedicata a Santa Rita, un progetto tanto atteso, che ora viene coronato da questo gemellaggio e dal prezioso dono della Reliquia. A partecipare alla Santa Messa una grande folla di persone commosse, riunite con devozione e in preghiera, che al termine della celebrazione hanno formato un’interminabile fila di credenti per venerare la reliquia e affidarsi alla protezione della Santa.

“La Reliquia- sottolinea Padre Bernardino Pinciaroli – che abbiamo consegnato al Padre Juraj Pigula, Priore della Comunità Agostiniana di Košice, è il segno della presenza di Santa Rita che sta a suggellare l’unione tra le due comunità”.

“Domenica 29 aprile si è svolto – aggiunge il Sindaco, Mario De Carolis – un altro importante appuntamento, l’accensione della Fiaccola della Pace e del Perdono, durante la solenne celebrazione Eucaristica. La Fiaccola farà ritorno a Cascia la sera del 21 maggio. La fede e la pace uniscono due popoli, una fede, alimentata dall’intercessione di Santa Rita, la cui devozione è presente in tutto il mondo. A nome di tutta Cascia esprimo il grande ringraziamento per la bella accoglienza e rivolgo alla città slovacca l’invito a partecipare il 22 maggio ai festeggiamenti in onore di Santa Rita”.